0404

Paola Bertossi, AD Fisia Italimpianti (Gruppo Webuild): infrastrutture del settore Acqua strategiche per sviluppo e in Italia, anche con fondi PNRR

News

Roma, 21 novembre 2023 – “L’Italia deve utilizzare al meglio i fondi a disposizione per fronteggiare le conseguenze tangibili del climate change, con 2 miliardi di euro stanziati dal PNRR sui temi dell’acqua potabile e del miglioramento delle infrastrutture. L’Italia è tra i paesi che più soffrono da un lato la riduzione in frequenza e quantità delle precipitazioni, che porta al rischio desertificazione del 21% del territorio (con picchi del 70% in Sicilia), dall’altra, l’aumento delle loro intensità che causa un intensificarsi del fenomeno di piogge intense e allagamenti. Un trend che investimenti mirati in infrastrutture come quelli realizzati dal Gruppo Webuild e in particolare da Fisia Italimpianti nel mondo potrebbero contribuire ad invertire”.

È quanto ha dichiarato Paola Bertossi, AD di Fisia Italimpianti (Gruppo Webuild), intervenuta al Women Economic Forum 2023, evento di rilievo internazionale organizzato per la prima volta in Italia, che punta a creare un momento di confronto tra AD di aziende e policymakers per promuovere l’emancipazione economica femminile e l’influenza delle donne in tutti i settori.

Bertossi, intervenuta nell’ambito del panel “Climate Justice in Action: Fostering Equality, Environmental and Water Stewardship and Ecological Resilience”, ha sottolineato come le donne possano avere un ruolo determinante in un settore di grande sviluppo come quello del Water. “In Fisia Italiampianti, in un settore come l’EPC tipicamente dominato dagli uomini, abbiamo il 32% di donne, non solo in ruoli amministrativi ma anche ingegneri e project managers. Siamo a buon punto, ma c’è ancora da fare per migliorare” ha dichiarato. A livello di Gruppo Webuild, le donne rappresentano il 21% sul personale di staff.

Sono numeri che sono destinati a crescere, grazie all’ampio programma di sviluppo di iniziative che il Gruppo Webuild sta portando avanti per accrescere la presenza delle donne in ruoli chiave in un settore che è tradizionalmente caratterizzato dalla ridotta presenza femminile. Tra queste iniziative, rientra il “Premio Tesi di Laurea Ingenio al Femminile”, che mira a valorizzare talenti e professionalità femminili dell’ingegneria e a favorirne l’accesso al mondo del lavoro.

L’intervento della Bertossi è stato occasione per parlare di fonti “non convenzionali” d’acqua ed evidenziare che mentre alcuni paesi, soprattutto nell’Area Middle East, vedono nella dissalazione la risposta al problema della siccità – ma il numero sta crescendo su scala globale - , altri, circa 60 nel mondo, si affidano al water reuse.

“Un miglioramento del quadro normativo, avviato con il decreto Siccità e la semplificazione delle procedure di autorizzazione per gli impianti di dissalazione come risposta al tema della scarsità idrica, dovrebbe prevedere anche l’adozione di misure per il breve periodo”, ha continuato la Bertossi che ha poi concluso ricordando come oggi ci sia “più fiducia nelle persone verso il riuso di acqua proveniente da fonti non convenzionali, anche perché le evidenze scientifiche dimostrano che è acqua di ottima qualità”.

Webuild è leader mondiale delle infrastrutture nel settore acqua, con il 25% dei ricavi totali del Gruppo al 30 giugno 2023, derivanti su base cumulata, dai settori clean hydro energy e clean water. Un ambito di grande sviluppo per il Gruppo è quello della progettazione sostenibile e della realizzazione di impianti per il trattamento delle acque e per la dissalazione. Fisia Italimpianti, con un'esperienza acquisita in oltre 95 anni di attività, è tra i contractor globali più competitivi nel settore, con impianti di trattamento delle acque reflue installati e in costruzione per oltre 10.900.000 abitanti nel mondo, e con i dissalatori realizzati in grado di servire oltre 20 milioni di persone al giorno, in particolare in Medio Oriente.

Guarda il post Linkedin